domenica 24 febbraio 2013

Libri in carta stampata o e-reader? + Recensione Kobo mini

Sul sito www.trnd.it che tratta di marketing partecipativo (se volete un invito o che ve ne parli in maniera più approfondita, basta chiedere) è stato postato un sondaggio, lo stesso del titolo di questo post. Sono meglio i libri in carta stampata o gli e-reader? Questa è la risposta che ho dato dopo aver scelto gli e-reader.
"Mettiamola così… entrambi i mezzi di lettura hanno i loro pro ed i loro contro… Risiede un’immensa soddisfazione nel vedere una bella libreria piena di volumi in una casa, alcuni nuovi altri più vissuti, poterli sfogliare e sentire l’odore della carta e dell’inchiostro. Ci sono anche dei maniaci dell’ordine che sistemano i propri libri seguendo i più svariati criteri. Poi ci sono gli sfaticati, o meglio le persone per così dire comode, come me. a cui piacerebbe avere una bella collezione da ammirare ma poi si rende conto dello spazio che occupa, della polvere che genera e della scomodità di portare dietro più volumi quando si esce perché l’eterna indecisione sul libro da iniziare è sempre dietro l’angolo. Questi ultimi hanno scoperto nei libri digitali la voglia di ampliare i propri interessi di lettura senza dover alzare (o quasi) un dito. Lo scarichi, lo invii al dispositivo e puoi portare sempre con te senza il minimo peso tutti i libri che desideri. Io la trovo un’invenzione geniale che però non sostituirà mai la carta stampata poichè ci saranno sempre dei romantici che la preferiranno al freddo schermo in e-ink."

Diciamo che sono un po' di parte perché possiedo un e-reader, per la precisione un Kobo mini. Ma devo ammettere che in questo modo riesco a leggere molto di più. Non sono mai stata una grande amante dei libri o almeno sono sempre abbastanza indecisa quando vado in biblioteca o in libreria ed alla fine esco sempre a mani vuote. Mi ero fissata con l'e-reader di Amazon, il famosissimo Kindle tanto da scaricare l'applicazione sia per Pc che per IPhone, crearmi un account e provare ad inserirci qualche libro scaricato gratuitamente. Ma poi sinceramente accecarmi sullo schermo del cellulare non mi è sembrata un'idea tanto geniale. Il Kobo quindi è stato un regalo apprezzatissimo. E' estremamente facile da usare, si possono inserire i libri nel formato che desideriamo se ne possediamo alcuni in digitale ed è anche possibile acquistarli sul sito della Mondadori (www.mondadori.it). Io inoltre per tenere ben organizzati i miei libri in digitale uso un programma che mi permette di trasformare i libri nel formato di cui ho bisogno, ne raccoglie i metadati e la copertina e posso organizzarli secondo i criteri che ritengo necessari. Il programma in questione di chiama Calibre ed è possibile scaricarlo gratuitamente dal sito http://calibre-ebook.com/. Grazie al mio e-reader posso portare sempre con me i miei libri preferiti e leggerli ovunque ci sia una fonte di luce, infatti lo schermo non è retroilluminato ma utilizza la tecnologia e-ink o inchiostro digitale che permette di leggere anche sotto i raggi diretti del sole senza causare il fastidioso riflesso che su un comune cellulare non ci permetterebbe di vedere nulla. Inoltre pesa poco più di 100 grammi, come un libro tascabile ma può contenere oltre 100 ebooks dando l'opportunità al lettore di avere una ampissima scelta con il minor peso possibile. Il dispositivo è provvisto inoltre di connessione wifi nel caso vorreste connettervi per scaricare un nuovo libro, aggiornare il software o semplicemente accedere a facebook. Naturalmente non monta plugin come falsh player ed essendo in bianco e nero con un refresh delle pagine regolabile non è adatto alla vera e propria navigazione in rete, ma in caso di emergenza risulta comunque utile. Finiamo con l'aspetto del Kobo mini che a mio avviso è degno di lode: la durata della batteria. Le istruzioni dicono che la batteria una volta ricaricata, durerà all'incirca 30 giorni, il ché è già qualcosa di straordinario di suo. All'inizio non ci credevo che potesse durare realmente così tanto tempo senza bisogno di essere ricaricato, senza contare che quando lo comprate è già praticamente acceso e quando decidete di spegnerlo non si scollega definitivamente: sullo schermo resta impressa la copertina dell'ultimo libro che avete letto. E comunque a me la batteria dopo 2 mesi è ancora al 50% contando che l'ho riattaccato al Pc dopo la prima carica e l'inserimento dei libri, solo una volta per riporvi un altro ebook. Pretty impressive uh?!

In definitiva mi sono a dir poco innamorata di questo aggeggino, me lo porto sempre dietro quando so' che ho tempo per leggere (treno, file estenuanti alle poste etc). Ha totalmente rivoluzionato il mio concetto di lettura e mia madre ringrazia per non riempirle casa di libri che poi puntualmente tocca a lei spolverare!!
Baci