martedì 21 maggio 2013

Figurine Hi-Tech, ecco le DigitalCard!

Da oggi, neanche fare la raccolta delle figurine sarà più la stessa di quando ero piccolina io, che per carità non sarò una matusalemme ma sono cresciuta negli anni '90 ed ho assistito in prima persona allo sviluppo tecnologico della società ed alle sue applicazioni più innovative, vedendo prendere piede lentamente alle novità. Oggi i bambini sono bombardati dalla tecnologia, internet, tv, smartphone, e-reader e chi più ne ha più ne metta. Poi ci sono quelle cose che credi intramontabili, come le figurine o le carte da gioco, belle perché si possono collezionare, scambiare, giocarci ed in ogni pacchetto c'è sempre la gioia della sorpresa! Io ho fatto tantissimi album delle figurine, da quelli delle principesse a quelli del calcio insieme a mio fratello. Ricordo che mio papà tornava da lavoro e nascondeva i pacchetti nei posti più impensabili, una volta lo mise nel panino che stava per mangiare, e mi faceva fare la caccia al tesoro. Costavano poco, qualcosa come 50 o 1000 lire e poi con l'euro aumentarono a 50 cent. A scuola le scambiavamo con la mitica cantilena "cel'ho... cel'ho... mi manca!" ed era una vera lotta riuscire a contrattare! Quando poi arrivarono le carte dei Pokémon eravamo talmente presi che le maestre ci vietavano di portare i mazzi in classe o di tirarli fuori durante le pause tra le lezioni, potevamo usarle solo a merenda. Non tutti ci giocavano, alcuni le collezionavano e scambiavano e basta, altri le falsificavano incollando le figurine olografiche al posto della vera immagine spacciandole per carte rarissime! Mi divertivo un mondo, e non solo io, tutti i bambini alle elementari erano fissati con carte e figurine. Ora vi chiederete... cosa c'entrano le care vecchie carte con la tecnologia? Beh semplice... Dato che tutto evolve, si sono evoluti anche i produttori di carte e figurine mettendo al passo con i tempi questa attività ludica prettamente dedicata ai bambini. Grazie ad un lavoro come hostess, sono venuta a conoscenza delle DigitalCard (marchio protetto da Trade Mark), nello specifico il soggetto delle carte che ho visto io sono i Gormiti, personaggi di alcuni cartoni trasmessi in tv. Ogni pacchetto di carte contiene 5 Card per giocare ed un libricino di istruzioni. Diciamo che come principio la dinamica di gioco è simile alle carte di Magic Adunanza, ci sono carte personaggio, carte oggetto, potenziamenti e così via. L'innovazione sta nel fatto che per giocare è necessario scaricare l'apposita app dei  Gormiti e naturalemnete essere in possesso di uno Smartphone o di un Tablet. L'app è disponibile sia su App Store che su Google Play ed è abbastanza pesante, infatti consiglio di scaricarla tramite Wifi che almeno è più veloce. In pratica come funziona il tutto... Noi compriamo in edicola le nostre DigitalCard al costo di 2,99 euro a pacchetto da 5 card ciascuno, apriamo l'app sul dispositivo e appoggiamo la card allo schermo dello stesso, magicamente avremo caricato la card nell'app e saremo pronti ad usare i personaggi e i suppellettili durante i combattimenti online. Ci sono alcune card che permettono di sbloccare dei filmati di animazione molto carini. Potremo inoltre collezionare le card in un album, tanto non verranno usate manualmente e non rischierete di rovinarle. Un'idea geniale, tanto di cappello a chi ha inventato questo metodo di gioco davvero interattivo. Anche se io sono del parere che non sia una cosa propriamente adatta a dei bambini, è possibile che questo genere di tecnologia faccia furore anche tra alcuni adulti (quei Nerd maniaci del collezionismo farebbero di tutto per una cosa del genere sulla tematica Star Wars
) La mia opinione nasce dal fatto che per quanto la società richieda un accostamento sempre maggiore nei confronti della tecnologia, e questo avvenga in età sempre più precoci, bisognerebbe tenere a freno la tendenza di comprare un iPad o un iPhone al primo frigno di nostro figlio... Potremmo far usare loro con moderazione i nostri dispositivi insegnando al contempo il rispetto per tali oggetti e che a ogni cosa corrisponde il suo tempo. Lo so' il mio ragionamento può suonare all'antica ma pur essendo cresciuta a pane e videogame ci sono comportamenti che non condivido. Con questo concludo
Baci